Latest News

Un hub multicanale per promuovere i prodotti toscani nel mondo lancia un round di equity crowdfunding

Passione Toscana, attiva da due anni con acquirenti in 26 paesi, ha lanciato una campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd

 

 

Volevamo rendere la vera qualità Toscana disponibile per chiunque e ovunque, risolvendo un problema di cui gli amanti della Toscana e i turisti si sono sempre lamentati… la mancanza di una soluzione per godere delle eccellenze regionali durante tutto l’anno. Nel fare questo, volevamo anche sostenere le aziende artigianali locali che producono i migliori prodotti tipici della Toscana”.

E’ questo l’incipit della pagina “Chi siamo” sul sito di Passione Toscana, retailer online dedicato ai prodotti toscani che sta per aprire anche dei flagship store in Italia e all’estero e che ha lanciato una campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd. L’obiettivo massimo di raccolta è di 300 mila euro a fronte di una valutazione pre-money di 2,2 milioni.

Un portale omnicanale B2B e B2C

Il portale, fondato da Tommaso Laurenti e Leonardo Angelucci, è già uno dei riferimenti per l’esportazione online di prodotti tipici Toscani, con oltre il 70% del fatturato derivante da clientela straniera.

In due anni, infatti, la startup dichiara di avere servito migliaia di clienti, in 26 paesi del mondo, con un’offerta di più di 500 prodotti di 100 produttori, selezionati in collaborazione con esperti chef e sommelier, per certificarne l’origine e la qualità.

Passione Toscana opera anche come B2B grazie a una piattaforma on-site dedicata al B2B e che servirà anche alla gestione dei futuri flagship store. Questi saranno luoghi in cui si potrà vivere la “dolce vita Toscana” degustandone i prodotti, finalizzati ad “evangelizzare” la clientela di nuovi mercati.

Il piano di crescita

L’apertura del primo flagship store è programmata a Zurigo, ma il piano di sviluppo prevede 4 ulteriori aperture entro il 2025, in Italia (Toscana), Regno Unito (Londra) e Stati Uniti.

Con un fatturato previsto per il 2022 di circa 300 mila euro, la startup punta a decuplicarlo nei prossimi quattro anni grazie a investimenti in marketing, sia online che offline, anche attraverso partecipazione a fiere internazionali e alle collaborazioni con importanti brand del made in Tuscany.

La crescita sarà accompagnata anche da uno sviluppo tecnologico e dall’ottimizzazione della logistica.

Post originale

Scroll to top