Latest News

Il primo round di equity crowdfunding con il nuovo regolamento UE (su Crowdcube) di una startup italiana

Vita Meals sarà la prima società italiana a lanciare un round internazionale di equity crowdfunding su Crowdcube, grazie all’autorizzazione UE ottenuta in Spagna

 

 

La startup italiana Vita Meals sarà la prima società con sede in Italia a lanciare un round di equity crowdfunding su Crowdcube dopo l’autorizzazione europea recentemente ottenuta in Spagna.

Lo ha annunciato la startup stessa e lo ha rilanciato in un post su LinkedIn Pepe Borrell, vice president international di Crowdcube che ha aggiunto: “Vita Meals diventerà la nostra primo startup con sede in Italia ad invitare gli investitori retail a partecipare a un round di finanziamento guidato da importanti investitori istituzionali e ai sensi del nuovo regolamento UE sul crowdfunding”.

Vita Meals, fondata nel 2016 da Andrea Lippolis, grazie a un sistema di intelligenza artificiale proprietario, consente all’utente, attraverso un’analisi predittiva, di ottenere la quota di calorie giornaliere e di macro-nutrienti necessari per il raggiungimento degli obiettivi inserendo i suoi dati (sesso, età, peso, altezza, obiettivi). Ad oggi, il database di Vita Meals conta oltre 20mila utenti, suddivisi in macro categorie in base alle diverse caratteristiche fisiche e obiettivi da raggiungere, alle quali corrispondono, su misura, diversi regimi alimentari.

A questo punto, l’utente può personalizzare ingredienti e grammature o affidarsi a agli chef di Vita Meal per la creazione di pasti ad hoc in base ad esigenze e obiettivi. Gli chef preparano i piatti che vengono poi spediti freschi e conservabili 7-10 giorni in frigorifero o 3 mesi in congelatore. Previa la sottoscrizione di un abbonamento, le consegne avvengono ogni 7 giorni a partire dalla prima data scelta.

La startup, che dichiara 3x di crescita dei ricavi negli ultimi 3 anni con un EBITDA di €124,168 nel 2021, ha fatto parte del programma di accelerazione di Impact Hub Milano e ha raccolto capitale in diversi round di finanziamento, l’ultimo, da 1,5 milioni di euro, lo scorso dicembre, per 4 milioni di euro in totale.

Non è ancora stata comunicata la data di lancio della campagna, ma la società ha messo a disposizione un form di pre-registrazione.

Post originale

Scroll to top