Latest News

Ecologico2, una startup italiana, punta a certificare i crediti di carbonio con la blockchain

Ecologico2 sta per lanciare il suo progetto di tokenizzazione dei crediti di carbonio. Saranno emessi NFT che potranno essere scambiati su un exchange

 

I crediti di carbonio potranno essere uno strumento chiave nella realizzazione della rivoluzione ecologica ed un passo importante verso un futuro di processi produttivi ad impatto zero.

Grazie alla collaborazione con Affidaty S.p.a. e all’utilizzo della sua blockchain T.R.I.N.C.I.®, Ecologico2, una start-up innovativa con sede presso il Tecnopolis, il Parco Scientifico Tecnologico di Bari, punta a creare il primo ecosistema decentralizzato italiano per lo scambio e la monetizzazione dei crediti di carbonio denominato Ecologico2 platform®.

Cosa sono i crediti di carbonio

In generale, i crediti di carbonio certificati rappresentano un titolo con il quale le aziende possono ridurre l’impatto ambientale delle loro attività, supportando progetti nazionali e internazionali di sviluppo sostenibile. Ciò consente di compensare le emissioni bilanciandole con altre iniziative di tutela ambientale, soprattutto nelle aree povere e disagiate del Pianeta.

Il funzionamento dei crediti di carbonio ha inizio dalla misurazione delle emissioni prodotte da un’azienda. Un’analisi realizzata secondo severi standard internazionali. In seguito, l’impresa può decidere come intervenire, riducendo quanto più possibile le emissioni e convertire la parte rimanente in carbon credit.

I crediti di carbonio possono essere scambiati su market pubblici e privati. Le attuali regole di negoziazione consentono il trasferimento internazionale dei crediti Sebbene i crediti di carbonio siano vantaggiosi per la società, non è facile per un investitore medio iniziare a utilizzarli come strumenti di investimento. Le riduzioni certificate delle emissioni (CER) sono l’unico prodotto che può essere utilizzato come investimento nei crediti. Tuttavia, i CER sono gestiti da speciali fondi istituiti da grandi istituzioni finanziarie, mediante i quali gli investitori sono costretti a passare per poter investire in questo mercato, rendendo il processo macchino e dispendioso.

Ecologico2 “tokenizza” i crediti di carbonio

I crediti di carbonio certificati di Ecologico2, grazie all’utilizzo della blockchain, danno la certezza di progetti reali, tracciabili e con un impatto misurabile sull’ambiente e sulle comunità che li compongono. Ogni credito di carbonio presente nel nostro ecosistema, sarà unico, reale, misurabile e verificabile, permanente.

La startup creerà anche un exchange per favorire lo scambio dei crediti di carbonio certificati e offrirà la consulenza per il calcolo della carbon footprint delle aziende, per il processo di mitigazione ecologica, nonché la certificazione dei Crediti di Carbonio per aziende e agricoltori.

I token possono essere scambiati e danno diritto alla partecipazione ai ricavi

Per favorire la crescita e la sostenibilità ecologica del progetto, la startup ha creato, utilizzando la tecnologia blockchain T.R.I.N.C.I.®, l’Ecologico-NFT (ECT): questo rappresenta il 100% dei diritti sui ricavi economici derivanti dall’ecosistema Ecologico2 platform®. ECT è costituito da 1 miliardo di unità contabili denominate EcologicoToken ECT, del valore nominale unitario di partenza a listing di 2,80€.

ECT rappresenta quindi l’asset digitale che dà diritto agli utilizzatori di partecipare alla distribuzione dei ricavi economici derivanti da Ecologico2 platform. Gli utenti potranno acquistare EcologicoToken ECT fino ad un massimo del 20% dei pari 200.000.000 milioni. I diritti sui ricavi della piattaforma diffusa Ecologico2 platform® saranno destinati ai possessori dei EcologicoToken ECT in proporzione percentuale rispetto alla quantità posseduta, fin quando l’utente ne deterrà il possesso, un vero e proprio diritto economico al portatore.

Qui il dettaglio di come funziona Ecologico2>>

Post originale

Scroll to top